Real time Artificial Intelligence news

Tag: image generator

Papa Francesco: perché è la star delle foto generate dall’intelligenza artificiale

Papa Francesco è diventato uno dei personaggi preferiti tra coloro che si divertono a generare immagini con l’aiuto degli strumenti di Intelligenza Artificiale rappresentato nei contesti più impensabili o negli scenari più improbabili. Ed ecco allora che lo vediamo indossare un lungo piumino bianco ispirato a Balenciaga, a cavallo di una moto, a ballare in discoteca e rappresentato con le braccia tatuate, vestito da rapper, all’interno di una sala pesi e via dicendo.

E’ così che sono apparse decine di foto che mostrano il Santo Padre negli scenari più inimmaginabili, scatenando un effetto domino sui social media e provocando una corsa per ritrarre Papa Bergoglio in situazioni sempre più strane. A parte il Pontefice stesso, le immagini hanno tutte qualcosa in comune: sono tutte false, realizzate da strumenti di intelligenza artificiale che creano immagini da brevi suggerimenti di testo.

La prevalenza di Papa Francesco nelle immagini generate dall’intelligenza artificiale è il risultato di una tempesta perfetta di fattori, primo fra tutti la sua riconoscibilità: 10 anni alla guida della Chiesa cattolica lo hanno fatto diventare un come personaggio globale, immediatamente riconoscibile in tutto il mondo. Ha poi un’immagine più accessibile rispetto al suo predecessore che aveva invece un carattere più spigoloso e distante.

Papa Francesco è quindi il personaggio ideale, anche perché è noto per la sua semplicità e la sua solidarietà con i più poveri tra i poveri. E proprio per questo quando è inserito in contesti fantasiosi è in grado di scatenare una curiosità incredibile.

L’immagine che ha trasformato Francis in una star dell’intelligenza artificiale lo mostra con un piumino bianco in stile di Balenciaga, mentre cammina a grandi passi per la strada è stata visualizzata più di 20 milioni di volte. 

Intelligenza Artificiale e creazione di immagini

I programmi di Intelligenza Artificiale hanno ormai raggiunto livelli incredibili nella creazione delle immagini. L’IA generativa consente infatti la la creazione di immagini, disegni e illustrazioni ad alta definizione utilizzando descrizioni testuali. È infatti sufficiente scrivere una parola chiave o un testo e l’algoritmo crea un’immagine personalizzata che rappresenta il concetto espresso. L’utente ha la possibilità di specificare lo stile, il colore, la prospettiva e altri dettagli per personalizzare la sua immagine.

Alcuni sistemi, come Midjourney, usano la Generative Adversarial Network (GAN), una rete neurale composta da due moduli chiamati generatore e discriminatore. Il primo è adibito alla produzione delle immagini dal testo, mentre il secondo valuta se le immagini sono realistiche. L’interazione tra i due moduli porta al miglioramento delle prestazioni per la produzione di immagini sempre più precise.

Dall’editing fotografico avanzato alle soluzioni di generazione di immagini, l’IA offre nuove prospettive creative per artisti, designer e creatori di contenuti, consentendo il miglioramento automatico delle immagini, dalla correzione del colore alla rimozione di imperfezioni, offrendo risultati sorprendenti e creando al tempo stesso un’esperienza visiva altamente personalizzata.

Tuttavia, con il potenziale innovativo possono anche emergere anche dei rischi significativi come la manipolazione dell’identità, perché l’IA rende possibile la creazione di foto fake realistiche di personaggi famosi, come è successo all’ex Presidente degli Stati Uniti Donald Trump o anche a Papa Francesco, sollevando preoccupazioni sulla manipolazione dell’identità e la diffusione di informazioni false.

I rischi di abuso possono riguardare, oltre all’eventuale creazione di supporti visivi a supporto delle fake news, anche la sfera reputazionale dei singoli cittadini, mettendone a rischio la privacy, fino a raggiungere quel confine dove la capacità delle società in generale di distingue la differenza tra realtà e finzione assume dei contorni sfocati. E, da questo punto di vista, i rischi possono essere significativi quando si tratta di personaggi famosi o di personalità di primo piano.

Affrontare le straordinarie opportunità offerte dall’IA nella creazione di immagini richiede un approccio bilanciato in grado di combinare l’innovazione tecnologica con un utilizzo non tanto regolamentato quanto etico per garantire che l’IA contribuisca positivamente al nostro mondo visivo senza compromettere verità, integrità e dignità della persona.

CC BY-NC-SA 4.0 DEED | Disclaimer Contenuti | Informativa Privacy | Informativa sui Cookie