Real time Artificial Intelligence news

Categoria: AI Italy

Impatti e prospettive dell’ intelligenza artificiale generativa per l’italia e il made in italy

FSE Fascicolo sanitario elettronico 2.0 impariamo questa sigla

Il sottosegretario all’innovazione di Palazzo Chigi Alessio Butti ha chiuso il convegno di due Giorni (12 e 13 giugno) alle Corsie Sistine di Roma, l’INNOVAZIONE nel sistema sanitario nazionale. Noi di Rivista.AI eravamo presenti.

Papa Francesco waiting for the G7 summit Puglia

The hope is that AI is not misunderstood as a new Other, but rather reminds us of the need to keep alive the question of the Other.

Jorge Mario Bergoglio was born in Buenos Aires, Argentina, on December 17, 1936, the son of Italian immigrants. He was ordained a priest in the Society of Jesus in 1969. Appointed auxiliary bishop in 1992, he became Archbishop of Buenos Aires in 1998 and was created a cardinal in 2001. In March 2013, he was elected Pope, the 266th Pontiff of the Catholic Church, taking the name Francis.

Sanita’ Digitale Report

La spesa per la sanità digitale in Italia nel 2023 ha raggiunto i 2,2 miliardi di euro, rappresentando un aumento del 22% rispetto al 2022. La cybersecurity è rimasta la priorità principale per le aziende sanitarie, seguita dall’adozione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) da parte dei medici specialisti e dei Medici di Medicina Generale (Mmg).

Le Novità nel “Decreto Coesione”

Le politiche del lavoro in Italia stanno cambiando con il “decreto coesione”. Questo decreto potrebbe migliorare i centri per l’impiego e la formazione professionale, soprattutto nel sud Italia.

Sostenere l’autoimpiego e promuovere l’occupazione di giovani e donne, soprattutto nel Mezzogiorno. Investire sulle competenze, anche per i lavoratori in esubero delle grandi aziende in crisi. Valorizzare le opportunità della tecnologia, con nuove azioni sulla piattaforma SIISL. Queste le direttrici del decreto legge 7 maggio 2024, n. 60, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 105/2024 e recante “Ulteriori disposizioni urgenti in materia di politiche di coesione”. Il provvedimento è volto a realizzare la riforma della politica di coesione inserita nell’ambito della revisione del PNRR, al fine di accelerare e rafforzare l’attuazione degli interventi finanziati dalla politica di coesione 2021-2027 e mirati a ridurre i divari territoriali.

Intelligenza Artificiale ed Ecosistema Umano: Nuovi Scenari per la Sanità

Il 16 maggio 2024, nella storica e prestigiosa Sala Zuccari del Senato di Palazzo Giustiniani a Roma, si è svolto l’evento “Intelligenza Artificiale ed Ecosistema Umano: Nuovi Scenari per la Sanità”, su iniziativa della Sen.ce Daniela Sbrollini e della Sen.ce Annamaria Parente a cui abbiamo avuto l’onore di partecipare.

Minerva – The Pioneers of Italian Language Models

In a revolutionary step forward in the field of Artificial Intelligence, a team of Italian researchers has introduced Minerva, a family of Large Language Models (LLMs) trained entirely in the Italian language. Baptized in honor of the Roman goddess of wisdom and loyalty, Minerva represents a significant leap forward in AI technology specifically developed for the Italian language.

Il Futuro dell’IA: Un Nuovo Modello Italiano di Intelligenza Artificiale

L’Intelligenza Artificiale (IA) è un campo in continua evoluzione, con nuove tecnologie e applicazioni che emergono ogni giorno. In questo articolo, esploreremo il futuro dell’IA e il ruolo che un nuovo modello italiano di IA, chiamato Velvet, potrebbe giocare in questo campo.

Rome Call for AI Ethics: Un Appello per un Futuro Etico

Lanciata nel 2020, la Rome Call ha riunito originariamente la Pontificia Accademia, i leader di Microsoft e IBM il governo italiano e l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura per promuovere scelte etiche nello sviluppo della tecnologia , norme legali per regolamentarla e sforzi educativi per aiutare le persone a comprendere l’intelligenza artificiale e il suo ruolo in una vasta gamma di applicazioni.

Oggi anche Cisco nella persona dell Presidente Chuck Robbins dopo aver brevemente incontrato Papa Francesco ha aderito alla iniziativa.

Siamo molto lieti che Cisco abbia aderito alla Rome Call, perché è un’azienda che svolge un ruolo cruciale come partner tecnologico per l’adozione e l’implementazione dell’intelligenza artificiale (AI), offrendo competenze in infrastrutture, sicurezza e protezione dei beni Dati e sistemi di intelligenza artificiale. D’ora in poi valuteremo come questa possa crescere ulteriormente per coniugare l’impegno aziendale già presente con i principi etici della Rome Call

presidente della Fondazione RenAIssance, mons. Vincenzo Paglia.

I firmatari stanno inoltre spingendo per lo sviluppo dell “algoretica”, un quadro etico per garantire che gli algoritmi utilizzati per costruire sistemi artificialmente intelligenti promuovano ciò che è vero, giusto ed etico.

L’algoretica è un termine coniato dal teologo Paolo Benanti. L’algoretica fonde l’algoritmo con l’etica e si pone come una nuova branca dell’etica che si dedica a esaminare gli aspetti morali degli algoritmi e dei sistemi basati sull’intelligenza artificiale1.

Il Rome Call for AI Ethics è un documento di grande importanza, firmato per la prima volta il 28 febbraio 2020. Questo documento è stato sviluppato per sostenere un approccio etico all’Intelligenza Artificiale (AI) e promuovere un senso di responsabilità tra organizzazioni, governi, istituzioni e il settore privato.

Pontificia Accademia per la Vita

La Pontificia Accademia per la Vita ha giocato un ruolo fondamentale nella creazione del Rome Call for AI Ethics. Questa accademia, con sede nello Stato della Città del Vaticano, è stata istituita da Papa Giovanni Paolo II con il motu proprio Vitae mysterium, l’11 febbraio 1994. Ha come fine la difesa e la promozione del valore della vita umana e della dignità della persona.

Fondazione RenAIssance

La Fondazione RenAIssance, istituita da Papa Francesco nel 2021, ha promosso il Rome Call for AI Ethics. Questa fondazione, con sede nella Città del Vaticano, presso la Pontificia Accademia per la Vita, è un’entità strumentale di tale Accademia. La Fondazione RenAIssance è un’organizzazione senza scopo di lucro con l’obiettivo di sostenere la riflessione antropologica ed etica delle nuove tecnologie sulla vita umana, promossa dalla Pontificia Accademia per la Vita.

Principi del Rome Call for AI Ethics

Il Rome Call for AI Ethics comprende 3 aree di impatto e 6 principi:

Aree di Impatto

  1. Etica: Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti.
  2. Educazione: Trasformare il mondo attraverso l’innovazione dell’IA significa impegnarsi a costruire un futuro per e con le generazioni più giovani.
  3. Diritti: Lo sviluppo dell’IA al servizio dell’umanità e del pianeta deve essere riflesso in regolamenti e principi che proteggono le persone, in particolare i deboli e i meno privilegiati, e gli ambienti naturali.

Principi

  1. Trasparenza: I sistemi di IA devono essere comprensibili per tutti.
  2. Inclusione: Questi sistemi non devono discriminare nessuno, poiché ogni essere umano ha pari dignità.
  3. Responsabilità: Deve sempre esserci qualcuno che si assume la responsabilità di ciò che una macchina fa.
  4. Imparzialità: I sistemi di IA non devono seguire o creare pregiudizi.
  5. Affidabilità: L’IA deve essere affidabile.
  6. Sicurezza e Privacy: Questi sistemi devono essere sicuri e rispettare la privacy degli utenti.

Rome Call for AI Ethics è un passo importante verso un futuro in cui l’innovazione digitale e il progresso tecnologico servono il genio e la creatività umana, e non il loro graduale rimpiazzo. Questo documento rappresenta un appello a riconoscere e poi a assumere la responsabilità che deriva dalla moltiplicazione delle opzioni rese possibili dalle nuove tecnologie digitali.

Nasce Minerva, l’LLM italiano sviluppato da NLP La Sapienza

Secondo una ricerca condotta da Microsoft, circa l’88% delle lingue parlate nel mondo, che coinvolgono 1,2 miliardi di persone, non ha accesso ai Large Language Models (LLM). Perchè sono costruiti principalmente utilizzando dati in lingua inglese e per utenti di madrelingua inglese: “di conseguenza, la distinzione tra chi ha e chi non ha è diventata piuttosto netta“. La soluzione a questo problema risiede nell’implementazione di LLM multilingue, che possano essere allenati in diverse lingue e utilizzati per compiti in diverse lingue.

Il gruppo di ricerca Sapienza NLP (Natural Language Processing), guidato da Roberto Navigli, professore ordinario presso il Dipartimento di Ingegneria Informatica, Automatica e Gestionale “Antonio Ruberti” della Sapienza Università di Roma, annuncia oggi il rilascio dei modelli Minerva, una nuova famiglia di modelli linguistici su larga scala (Large Language Model, LLM) addestrati “da zero” per la lingua italiana.

Minerva è la prima famiglia di LLM italiano-inglese veramente aperti (dati e modello) preformati da zero, un modello da 350 milioni di parametri addestrato su 70 miliardi di token (35 miliardi in italiano, 35 miliardi in inglese), sviluppata da Sapienza NLP in collaborazione con Future Artificial Intelligence Research (FAIR) e CINECA . In particolare, circa la metà dei dati pre-formazione include testo in italiano.

Questo lavoro è stato finanziato dal progetto PNRR MUR PE0000013-FAIR . Riconosciamo il premio CINECA “IscB_medit” nell’ambito dell’iniziativa ISCRA, per la disponibilità di risorse e supporto informatico ad alte prestazioni.

La caratteristica distintiva dei modelli Minerva è il fatto di essere stati costruiti e addestrati da zero usando testi ad accesso aperto, al contrario dei modelli italiani esistenti ad oggi, che sono basati sull’adattamento di modelli come LLaMA e Mistral, i cui dati di addestramento sono tuttora sconosciuti

Nello specifico, ogni modello Minerva è stato addestrato su un vasto insieme di fonti italiane e inglesi online e documentate, per un totale di oltre 500 miliardi di parole, l’equivalente di oltre 5 milioni di romanzi”.

Non solo la trasparenza nell’addestramento dei modelli rafforza la fiducia degli utenti, della comunità scientifica, degli enti pubblici e dell’industria, ma stimola anche continui miglioramenti ed è un primo passo verso processi di verifica rigorosi per garantire la conformità a leggi e regolamenti”.

Roberto Navigli.

Il team di PNL della Sapienza

  • Riccardo Orlando: preelaborazione dei dati, training del modello
  • Pere-Lluis Huguet Cabot: preelaborazione dei dati, vocabolario, valutazione
  • Luca Moroni: data curation, analisi dei dati, compiti downstream, valutazione
  • Simone Conia: data curation, valutazione, supervisione del progetto
  • Edoardo Barba: preelaborazione dati, attività downstream, supervisione del progetto
  • Roberto Navigli: coordinatore del progetto

Intervento del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nell’incontro con i rappresentanti delle Accademie nazionali delle Scienze dei Paesi del G7, in occasione del S7 + SSH7 Academic Summit

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto questa mattina al Quirinale i rappresentanti delle Accademie nazionali delle scienze dei Paesi del G7, in occasione del S7 + SSH7 Academic Summit, dal titolo “Science for the Future. Challenges, Responsibilities and Opportunities”.

In rappresentanza dell’Accademia nazionale dei Lincei, organizzatrice della conferenza, erano presenti il Presidente Roberto Antonelli e il Vice Presidente Giorgio Parisi.

Dopo l’indirizzo di saluto del Prof. Antonelli, sono stati consegnati al Presidente Mattarella i documenti elaborati dalle Accademie delle scienze su sei grandi temi di interesse globale: Controllo degli Armamenti Nucleari, Salute, Scienza dei beni culturali, Agricoltura, Intelligenza artificiale, Disuguaglianze sociali.

Il presidente ha espresso la sua gratitudine agli illustri rappresentanti delle Accademie delle Scienze dei Paesi del G7 e delle Associazioni internazionali delle Accademie delle Scienze per il loro contributo prezioso in vista dell’incontro imminente del G7.

Ha sottolineato l’importanza del ruolo svolto dalle Accademie nella tutela e promozione della scienza, e ha auspicato che le raccomandazioni e le considerazioni espresse durante l’incontro vengano accolte non solo dal G7, ma anche dal G20 e dalla comunità internazionale nel suo complesso.

Il presidente ha evidenziato diversi argomenti di grande rilevanza, tra cui la minaccia degli armamenti nucleari, la sicurezza alimentare, la tutela della salute, le diseguaglianze sociali e la povertà, nonché le implicazioni dell’Intelligenza Artificiale.

Ha sottolineato l’importanza di fare un uso positivo degli avanzamenti scientifici e di evitare utilizzi distorti e pericolosi.

Inoltre, ha richiamato l’attenzione sul patrimonio culturale come fonte di saggezza per l’umanità e ha esortato a mantenere un rapporto stretto con esso, come garanzia di progresso, benessere e pace per il futuro dell’umanità.

Il presidente ha concluso ringraziando nuovamente le Accademie per il loro prezioso contributo e augurando loro ogni successo nella loro attività.

CC BY-NC-SA 4.0 DEED | Disclaimer Contenuti | Informativa Privacy | Informativa sui Cookie